Home / Scienza e Tecnologia / Evoluzione tecnologica: nemica numero uno per la specie umana ed i posti di lavoro? Eccone i pro ed i contro

Evoluzione tecnologica: nemica numero uno per la specie umana ed i posti di lavoro? Eccone i pro ed i contro

Si sente sempre più spesso parlare di evoluzione tecnologica. Robot sempre più umanizzati in grado di compiere azioni come una persona in carne ed ossa. Cosa sta succedendo alla nostra ormai latente umanità?

In molte aziende, avere colleghi robot è quasi una normalità. Macchinari in grado di compiere azioni nella stessa maniera in cui le compirebbe un essere umano.

In tanti, in questo periodo stanno discutendo sull’effettivo beneficio di questa inarrestabile evoluzione tecnologica. Come in tutti i dibattiti che si rispettino, c’è chi ne è a favore e chi ne è invece assolutamente contrario.

A differenza di quanto capitava fino a qualche anno fa, i lavoratori elettronici non sono più solo destinati a compiere azioni di basso profilo. Ultimamente, l’evoluzione, li sta portando ad un livello sempre più avanzato, garantendo alle aziende la capacità di poter ricoprire ruoli in cui si necessita di determinate conoscenze operative.

Da qui, il quesito dei più. Ci ruberanno il lavoro? Noi umani, verremo sostituiti per far spazio a lavoratori elettronici? Un famoso economista, Jeremy Rifkin, nel suo ultimo libro, ipotizza proprio questa possibilità. Pare che secondo le teorie di Rifkin, nel 2050, si arriverebbe ad avere la maggior parte delle aziende gestite da lavoratori elettronici.